da *Passo nel fuoco*


La notte come un filo si dipana

e da un estremo all’altro noi restiamo

disgiunti eppure avvinti

al filo inesorabile richiamo

chiamami da lontano

da lontano ti chiamo

mio fuoco incendio rogo

e la tua voce crepita m’avvolge

consunta sto rappresa

fremendo per la voglia che mi sale

e ancora torna a ravvivar la brace.


da *Passo nel fuoco* edizioni d’if,  2010

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...