EDOARDO SANGUINETI


il sogno, è tutto dire, è dire tutto:

mi srotolo la lingua e, non so bene

se devo vergognarmene, ma ti dirò che mi sto riconciliando, a piccolissimi

passi,con il mondo:

(che mi diventa gradualmente minore il mio nativo orrore

profondo, da qualche tempo in qua, per l’esistente): e che mi sento, con critico

realismo, e con cinismo, parzialmente pacificabile, a lungo andare, e a largo

raggio, con i miei femori,con le mie pulsioni, e con i garofani, l’habeas corpus,

i pompieri, e con Schelling, con Schiller):

è la mia molle pazienza il mio genio:

da Mikrokosmos (Poesie 1951-2004)

Annunci

2 pensieri riguardo “EDOARDO SANGUINETI”

  1. Sanguineti è una figura straordinaria, e questa è davvero una bella scelta da Mikrokosmos. Quello che mi piace della sua poesia è che vi convivono molte cose, come se non esistesse un piano sul quale collocare tutto- per esempio, il lirismo o il pessimismo, il pensiero o la vita degli oggetti, come accade altrove-, ma sussistono nella stessa composizione elementi che entrano in relazioni inedite, in autentiche collisioni. In questo periodo sto leggendo anche le prose, di cui non sapevo nulla, dal volume Smorfie (Feltrinelli).

    Mi piace

  2. Ecco la prosa mi manca, ti ringrazio della segnalazione Alex. Condivido il tuo pensiero, gli insospettabili incroci; a me la sua poesia ha fatto spesso riflettere e sorridere, l’ironia tragica mi era balsamo, la cifra personalissima e intelligente il disincanto dell’incantatore.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...